Translation sample: Three John Silence Stories by Algernon Blackwood

September 8, 2015

Today, a second translation sample into Italian drawn from Three John Silence Stories by Algernon Blackwood. This is a horror story collection, already reviewed on AdviceThree John Silence Stories by Algernon Blackwoodsbooks.  Literary translation by Rosalba Mancuso.

Primo Caso: un’invasione psichica

 

“ E cosa le fa pensare che potrei esserle utile in questo particolare caso? “ chiese il dott. John Silence, guardando scetticamente la signora svedese seduta di fronte a lui. “ La sua cordialità e la sua conoscenza dell’occultismo”. “ Oh, per favore, che parola terribile”, la interruppe tenendo un dito alzato in segno di impazienza. “ Bene, allora”, lei sorrise, “ il suo meraviglioso dono della chiaroveggenza e la sua profonda conoscenza dei processi psichici da cui una personalità può essere devastata e distrutta – quegli strani studi che avete sperimentato in tutti questi anni”.

“ Se è solo un caso di personalità multipla, io devo davvero tirarmi indietro”. interruppe di nuovo il dottore frettolosamente, un’espressione annoiata nei suoi occhi. “ Non è quello. Adesso per favore sia serio, perché voglio il suo aiuto”, lei disse, “ e se scelgo dei termini poveri, lei deve scusare la mia ignoranza. So che il caso la interesserà, nessun altro potrebbe trattarlo così bene. Nessun uomo o normale professionista, infatti, potrebbe affrontarlo, perché so che nessun trattamento o medicina può ripristinare il senso dell’umorismo perduto!”. “ Lei inizia a interessarmi con il suo caso”, lui replicò e si mise comodo ad ascoltare.

La signora Sivendson trasse un sospiro di contentezza mentre lo guardò prendere la provetta e dire al cameriere di non voler essere disturbato . “Credo che mi abbia già letto nel pensiero”, ella disse, “ la sua intuitiva conoscenza di cosa accade nella mente delle persone è positivamente sconcertante”.

Il suo amico scosse la testa e sorrise mentre tirava la sedia verso una posizione più comoda e si preparava ad ascoltare con attenzione quello che essa aveva da dire. Egli chiuse gli occhi come faceva sempre quando desiderava assorbire il reale significato di una recita che poteva essere inadeguatamente espressa, attraverso questo metodo egli trovava più semplice entrare in sintonia con i reali pensieri posti dietro le mezze parole.

Dai suoi amici John Silence era considerato un eccentrico, perché era ricco per caso e dottore per scelta. Che un uomo dalla disponibilità di mezzi dovesse dedicare il suo tempo a curare, principalmente a curare, gente che non poteva pagare, superava interamente la loro comprensione. L’originaria nobiltà di un’anima il cui primo desiderio era aiutare coloro che non potevano aiutare se stessi, li confondeva. Dopo di che, li irritava e, per sua grande soddisfazione, essi lo abbandonavano al suo destino.

One Comment

  • Florine September 24, 2015 at 04:23

    I like this website very much for it has a lot of wonderful information.

Leave a Reply to Florine Cancel reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.